Nino Grasso

Nino Grasso

Nasce a Catania e vive un'invidiabile vita spensierata fino alla fine delle superiori. Da lì, dopo qualche sporadico ma mai patologico accenno di dipendenza da MMORPG con Ultima Online e altri titoli minori, si fa avviluppare a 360° da World of Warcraft. Il gioco di ruolo di Blizzard gli rosicchia quel poco che gli rimaneva della sua vita sociale, confinata ormai ai week-end e a qualche rara richiesta di riesumazione PC da parte di parenti e conoscenti.

Dopo la prima partecipazione nel mondo dell'editoria online della gioventù, ritorna a scrivere su internet su alcuni blog, per poi approdare ormai quasi trentenne sul grande Hardware Upgrade. Una bella fortuna, che lo costringe a lasciare la sua amata/odiata isola per raggiungere il Continente e conoscere un mondo - editoriale e non - del tutto nuovo.

Da giovincello ha anche provato a sfondare nel mondo della chitarra elettrica, per poi rivendere online tutta la strumentazione utilizzata - con l'improbabile capigliatura in stile metallaro inclusa nel prezzo - dopo aver fallito miseramente nei suoi intenti.

Costretto sin dalla nascita dal fratello ad assemblargli i PC, acquisisce con il tempo una discreta manualità che si trasforma presto in passione. La stessa passione che lo porta ad informarsi in maniera certosina sull'argomento, per poi sfruttare l'esperienza da fruitore nell'ambito professionale. In redazione si occupa soprattutto della stesura di news, cercando di capire prima di tutto cosa cerca il lettore ed offrire contenuti approfonditi e con un pizzico di sale in più.

Ma non disdegna neanche le analisi tecniche di qualsiasi cosa sia legato al mondo tecnologico. Prova smartphone, dissipatori, case o portatili, senza esercitare alcuna preferenza fra una categoria o l'altra. Dopo la giornata di lavoro prova a stare lontano dai vizi, anche se la dipendenza da GDR non lo ha ancora del tutto abbandonato. Cerca di disintossicarsi con nervosissime sessioni di gioco a League of Legends sperando, un giorno, di arrivare fra i Challenger.